“Istruitevi perché abbiamo bisogno di tutta la nostra intelligenza.

Agitatevi perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo.

Organizzatevi perché avremo bisogno di tutta la nostra forza

 

                                                                                    Antonio Gramsci

rivista on line

Connessioni

Ricostruire: Il Partito Comunista - Il Sindacato di Classe - I Consigli di Fabbrica § Ricostruire: Il Partito Comunista - Il Sindacato di Classe - I Consigli di Fabbrica § Ricostruire: Il Partito Comunista - Il Sindacato di Classe - I Consigli di Fabbrica § Ricostruire: Il Partito Comunista - Il Sindacato di Classe - I Consigli di Fabbrica § Ricostruire: Il Partito Comunista - Il Sindacato di Classe - I Consigli di Fabbrica §
Casella di testo: Per leggere la rivista che è n formato PDF hai bisogno del programma Acrobat Reader.
Se non lo hai installato puoi scaricare la versione aggiornata premendo questo pulsante.
Casella di testo: Ultimo numero di Gramsci oggi Ottobre 2018

Gramsci oggi

Antonio

Rivista di politica e di cultura della sinistra di classe

Casella di testo: DAL BOSCO VERTICALE ALLE CASE ALER:
I DUE VOLTI DI MILANO

di Brunio Casati

Milano oggi non è più la città grigia e nebbiosa come era, e come veniva rappresentata, cinquanta e passa anni fa. Questa città, come la Moriana di Calvino, ha un suo rovescio: da una parte è la metropoli europea “glamour”, dove in molti accorrono come su un set per sentirsi protagonisti degli eventi che si susseguono, e ci si mette in fila per ore per bere un caffè allo Star Bucks di Piazza Cordusio o per farsi un selfie davanti a un quadro delle mostre di Palazzo Reale. Si è diffusa la febbre contagiosa dell’”eventismo”. Poi c’è la faccia nascosta delle case popolari degradate, dell’inquinamento atmosferico soffocante, delle  bande di “latinos” che devastano il Metro e delle lunghe file, queste non per un evento, ma per mangiare alle mense dei frati. Milano è questa: la città delle grandi disuguaglianze in cui convivono, allontanandosi, ricchezza e povertà, il centro dei benestanti e le periferie del disagio degli ultimi e dei penultimi. Mense dei poveri e chef stellati. Viene da citare Bertold Brecht, il quale disse  di non aver mai visto l’inferno e il paradiso  così vicini come nella ricca America, lo stesso a Milano. E la lotta di classe in questa Milano è dispiegata ma non esplode,  perché, in “seno al popolo” delle periferie, viene artatamente alimentato il  conflitto tra i penultimi (i lavoratori e i pensionati italiani) e gli immigrati Casella di testo: WELFARE TRA SOVRANISTI ED EUROPEISTI. UNICA CERTEZZA: SIAMO MESSI MALE! 
di Gaspare Jean

“Reipublicae gubernaculum divisum in partes tres”: sovranisti, ministri europeisti di Mattarella, Movimento 5 Stelle. Per fortuna finora non si vede un Giulio Cesare che si approfitta della “Gallia divisa in partes tres ”, ma speculazione finanziaria, finanza globalizzata, FMI, troika europea, ecc. fanno la loro parte.